Vince Tè bambo , El Moro secondo fa suo il circuito delle Sailing series 2013 .spettacolo, emozioni, un grande sconfitto: il Meteo.
SailingSeries2013

Si iscrivono in 15  ma sul campo si presentano in 13 per le defezioni di Antares  e C’est moi  impediti da questioni per le quali  la classe porge un marinareseco in bocca al lupo.
Il circolo nautico Brenzone  e la famiglia  Intesta la manifestazione  ed un trofeo perpetuo in Memoria di Nicolò Salvà  presidente per 40 anni dello stesso circolo , giudice di regata  e figura di riferimento per moltissimo tempo del movimento della vela agonistica gardesana .
Le previsioni meteo da tregenda limitano la partecipazione ma dopo un annata difficile  la classe celebra la chiusura della  stagione completando il programma di 6 prove.
Ci si gioca la classifica dell’evento ed il circuito sailing series  assegnando punteggio doppio .
Si lotta per i primi 5 posti  , le prime tre posizioni non sono definite , Ita 05 Bessi bis  quarta prima dello start, non si presenta e apre la lotta per il 4 e 5 posto .tutto è possibile i giochi sono aperti .
Il sabato  alle 13  puntuale il comitato presieduto da Alessandra Pompili issa il primo segnale con un  vento da sud di circa 8 nodi Vince Tè Bambo  , secondo Mahhi più con Antonio Scialpi al timone , terzo El moro.
La seconda prova  vede la prima magia di Luca Modena (già olimpionico )su Luca  di Luciano Avesani con Sam Meoni alle scotte che gira la prima boa a metà flotta sceglie la sinistra del campo seguito solo da Yerba del Diablo Ita 34 e Aquilotto  Ita 16, i quali  dopo un primo segmento senza vento agganciano un rinforzo che porta le tre barche a girare  la boa di poppa in quest’ordine .
All’arrivo  l’ordine è lo stesso ma Aquilotto viene squalificato per un infrazione nello stocchetto ai danni di  Mister Max  Armatore timoniere Alberto  Bonatti  che in virtù della protesta vinta sale al terzo posto .
Sempre con un campo con pressione  non omogenea  Mister max ( sempre  coadiuvato dagli ex  di Avec Plasir)vince la terza prova  davanti a El moro e Tè bambo  ridotta al secondo lato di bolina .
A fine giornata  la classifica vede El Moro davanti a tutti che presenta   all’esordio nella classe Giovanni Picotti gia  timoniere di 420 e visto  al timone dell’asso 99 con Carlo Fracassoli (campione mondiale ed europeo melges 24) che chiama la tattica , secondo è Mister max e terzo Tè bambo .
Si cena ospiti del circolo nautico Brenzone e di Luciano Avesani che offre agli equipaggi  i suoi fantastici tortellini .
Le previsioni meteo escludevano la possibilità del Peler e la classe  in accordo con il comitato si presenta sul campo alle 10.00
Ovviamente  c’è peler, di intensità media, partono sul pin Modena, Fracassoli e Bonatti seguendo il manuale del Garda  ed incuranti del vantaggio che il comitato ha dato alla partenza in barca  comitato ed in boa sono davanti con notevole vantaggio.
Mister max ha problemi ad ammainare lo spi a fine della prima poppa  e lascia a Luca e El Moro la soddisfazione  di dare spettacolo in un match race  che vede  prevalere  di un niente Luca Modena .su Luca secondo e El moro terzo chiude Mahhi più  timonata da Antonio Scialpi   che pescato  peràò in ocs  vede sfumare la possibilità di agganciare El moro nella classifica delle series. , e lascia la terza piazza della prova a Tè bambo.
Entra lo scarto e sembra che a giocarsela  siano in quattro  El moro, Tè Bambo, Mister max e  Luca.
La quinta prova  verso la fine del primo lato di bolina fa capire  che il peler sta per salutare la flotta ed il comitato dà la riduzione alla  fine del lato di poppa ,
Vince Tè Bambo  davanti a  Mahhi più  ed El moro .
Si va a terra, fuori le calcolatrici e si fanno  i conti  delle series  convinti  che  in breve  in accordo con quanto predetto la pioggia avrebbe decretato la fine della stagione .
Ma  fra  il Lago  di Garda e  la sua classe di riferimento  c’è qualcosa di speciale, e torna a soffiare aria da sud .
Vento da perturbazione  che arriva in breve a 15/18 nodi  non piove .Partono in barca Tè bambo e Luca  che chiudono il primo lato a posizioni  invertite, di poppa si plana.
 la seconda bolina  lascia invariate le posizioni , terzo è El Moro e quarto in ritrovato Whisper  di Andrea Taddei con Giorgio Bolla alla tattica .
L’ultima poppa una issata non perfetta su Luca consente a Tè Bambo di attaccare  planando a  14 nodi  ma Luca Modena tiene fuori dalla  boa  l’equipaggio  salodiano  e vince l’ultima prova  davanti a è  Tè Bambo e a El moro .
La vedova  e le due figlie di Nicolò Salvà (fra cui l’olimpionica Federica) premia l’equipaggio di Tè Bambo :  Timone Fabio Gasparri(che vince anche la classifica timoniere armatore ) Pietro Corbucci alla Tattica e drizze Mauro Spagnoli alle scotte e Giovanni Bernamonti a prua   chiudono davanti a El Moro e  Luca .
Il titolo delle sailing  series va a El Moro  che se lo stramerita  ,
Hanno fatto tutte l prove dimostrando una costanza di risultati impressionante   , hanno vinto il circuito delle Long distance ed hanno perso il titolo nazionale a pari punti  , dimostrando  sempre sul campo ed a terra  un impeccabile  rispetto della sportività.
A Luca Pavoni , Simone  e Stefano Spadini, Sandro Giocomini, Leo larcher, Enrico Sinibadli , Carlo Fracassoli , Nicola Travagliati, e Giovanni Picotti i complimenti della Classe.
Tè Bambo scalza Mahhai più dalla seconda relegandolo alla terza  , quarto resta gattone e quinto sale Mister Max .
Le premiazioni dei primi 5 posti delle sialing series  delle prime tre nelle Long distance  series  si terranno in occasione  dell’assemblea di classe di fine ottobre inizi novembre .
Da rimarcare  per una volta la sintonia fra Classe Circolo e Comitato che ha prodotto un gran  week end  di vela in barba al meteo ed agli assenti .
La classifica  del Memorial Nicolò Salvà  Final race

 

Sponsor